Cos'è la Sindrome da abbandono e come si riconosce

Che cosa si intende con il termine "Sindrome da abbandono"? Come si riconosce e si affronta?

Sindrome da abbandono

La Sindrome da abbandono è un disturbo che può manifestarsi durante la crescita dei bambini e che se non viene risolto può avere ripercussioni nella vita adulta. Durante la crescita i piccoli devono affrontare importanti cambiamenti, come il passaggio dalla dipendenza biologica della mamma e del papà a una maggiore indipendenza. Talvolta, però, la sindrome colpisce quando il bambino sente che a questo cambiamento corrisponde anche una modifica nella sfera affettiva.

La paura dell'abbandono o della separazione insorge nel secondo semestre di vita: è una paura naturale, che è insita in ogni uomo, ma che può dare luogo ad ansie di varia natura. Se non viene affrontata con i giusti strumenti, durante la crescita del bambino potremo notare piccole o grandi difficoltà nel momento in cui deve affrontare qualcosa da solo, senza mamma o papà. L'esempio più forte è l'inserimento nella scuola materna.

Lo shock di abbandono può dipendere da molte cause: separazione dei genitori, morte improvvisa di un genitore o di un parente, trasferimento in una nuova casa o una nuova città, distacco dal ciuccio, una malattia importante, la scomparsa di un gioco al quale il bambino teneva molto.

Cosa fare? Innanzitutto chiedete consiglio al pediatra, che saprà sicuramente indirizzarvi verso una figura professionale adeguata: se il problema è grave e il bambino è già grandicelli potreste avere bisogno di un aiuto forte. Quello che possono fare mamma e papà è stare vicino al bambino, senza sgridarlo e senza opprimerlo, cercando di guidarlo nella conquista della sua autonomia, facendo capire loro che noi ci saremo sempre. Responsabilizzare il bambino può essere il primo passo per farlo sentire meno dipendente.

  • shares
  • Mail