Vivere a contatto con la natura fa bene ai bambini

I bambini che vivono a stretto contatto con la natura stanno meglio: ecco i risultati di uno studio.

Il contatto con la natura può aiutare i nostri bambini a crescere meglio. Lo sappiamo bene, perché anche noi stiamo meglio dopo aver trascorso una giornata immersi nella natura e ce lo dicevano anche le nostre nonne. E poi lo vediamo sui nostri bambini, che sono più felici, allegri, solari, ma che possono stare anche meglio dal punto di vista della salute. Ora anche la scienza lo conferma.

Rimanere anche solo per 20 minuti in un parco ci permette di ridurre i livelli di cortisolo, l'ormone che si genera quando siamo stressati, mentre semplicemente guardando un panorama aperto e verde ci aiuta a sentirci meglio. Dovremmo, dunque, trascorrere più tempo immersi nella natura con i nostri bambini, per evitare quello che il pedagogista americano Richard Louv definisce il "disturbo da deficit di Natura", un disagio psichico e fisico che di solito caratterizza i bambini che vivono spesso al chiuso e che spesso sfocia in altri problemi a livello di percezione, attenzione o iperattività.

Quando possiamo, facciamo giocare i bambini all'aria aperta, magari in gruppo, ma anche da soli. Non permettiamo che i nostri bambini crescano scollegati dalla natura.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail