Tiroidite autoimmune: come riconoscere i sintomi nei bambini

La tiroide può non funzionare correttamente anche da bambini: ecco i sintomi da tenere in considerazione.

tiroide bambini

La tiroidite autoimmune è un processo infiammatorio della ghiandola tiroidea, provocato da una produzione di anticorpi e linfociti diretti contro la stessa ghiandola. E' la malattia della tiroide più comune a insorgenza postnatale dell'età pediatrica, con prevalenza del sesso femminile: è rara sotto i 6 anni, mentre la frequenza aumenta nell'adolescenza.

Come riconoscere la tiroidite autoimmune nei bambini? Ovviamente capendo quali sono i sintomi con i quali la malattia si presenta, anche se talvolta la patologia si presenta senza sintomi, quindi è molto difficile diagnosticarla e intervenire in tempo. Tra i segnali che possiamo tenere in considerazione, ricordiamo nel caso di iperfunzione della tiroide (solitamente si presenta nelle prime fasi):


    Tumefazione che può comparire nella regione anteriore del collo
    Dimagrimento improvviso
    Tremori
    Battito cardiaco accelerato
    Insonnia

In seguito la funzione tiroidea può tornare nella norma per poi diventare insufficiente e sfociare nell'ipotiroidismo, con sintomi come:


    Riduzione della velocità di crescita staturale
    Aumento improvviso del peso
    Stato di sonnolenza
    Apatia

La tiroidite di solito ha un decorso benigno, ma talvolta possono insorgere disturbi cardiaci. Nel caso in cui notiate un aumento del collo del bambino, un rallentamento della crescita e un aumento del peso, meglio contattare il medico, che chiederà ulteriori accertamenti come esami del sangue, esami ematici ormonali ed ecografie.

La terapia è volta a ristabilire una normale funzionale della tiroide, con l'uso di farmaci che sostituiscono la naturale produzione degli ormoni tiroidei o che ne inibiscono l'eccessiva secrezione.

Via | Ospedale Bambino Gesù

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail