Gravidanza, mangiare frutta fa bene allo sviluppo cognitivo del bambino

Mangiare frutta in gravidanza fa bene alla mamma ma fa molto bene anche al nascituro.

Toxoplasmosi in gravidanza: i rischi per il feto e cosa non mangiare

L’alimentazione in gravidanza è sempre un tema delicato per la mamma, che fatica a mangiare serenamente moltissimi cibi. Mangiare frutta in gravidanza potrebbe far bene allo sviluppo cognitivo del bambino. A sostenerlo è uno studio della University of Alberta (Canada).

Gli esperti hanno verificato che almeno 6 o 7 porzioni di frutta al giorno o un succo di frutta al giorno in gravidanza si associava a migliori performance cognitive dei bebè. I risultati sono stati inoltre confermati da studi pre-clinici condotti su modelli animali. La dottoressa Elena Zannoni, ginecologa e responsabile del Servizio di Chirurgia conservativa ed endoscopica dell’ospedale Humanitas, ha commentato:

«Sinora, infatti, erano stati valutati altri alimenti o sostanze in connessione con lo sviluppo cognitivo del feto. Molto nota, ad esempio, l’associazione con l’apporto di acido folico o l’alimentazione ricca di pesce. Lo studio merita quindi attenzione e fornisce un’informazione nuova, che potrebbe rivelare importanti sviluppi futuri. Non dobbiamo dimenticare che oggi l’attenzione all’alimentazione della donna in gravidanza è decisamente rilevante per quanto riguarda le eventuali ripercussioni sul benessere e lo sviluppo del nascituro»

Via | Humanitas

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail