Macrosomia fetale, quali sono le cause?

Ecco cosa si intende per macrosomia fetale e quali sono i fattori che la determinano

Macrosomia fetale, quali sono le cause?

Si parla di macrosomia fetale quando ci si riferisca alla condizione che si presenti, al momento della nascita, qualora il bambino pesi più di 4 kg, ovvero sia più grande rispetto alla media: ciò avviene nel 9% circa dei parti.

Non si tratta, in realtà, di una condizione alla quale siano legati rischi seri: ciò, invece, può avvenire nel caso di macrosomia fetale severa, ovvero laddove il bimbo appena venuto al mondo pesi più di 4,5 Kg.

Tra le possibili cause vi sono un'alimentazione troppo ricca di sostanze nutritive, che il bambino riceve ed assimila, nonchè fattori di natura genetica: due genitori di corporatura imponente possono dare alla luce un bimbo più grande del normale.

Anche l'obesità o il diabete materno possono incidere significativamente sulla macrosomia fetale. Il secondo, infatti, indipendentemente dal fatto sia gestazionale o mellito, se non tenuto sotto controllo, può influire sull'eccessivo peso del bimbo. L'iperglicemia, infatti, può essere trasmessa alla cellule fetali.

Altri fattori di rischio sono correlati ad un aumento di peso eccessivo durante la dolce attesa e ad una gravidanza che si potrae oltre il termine previsto. Ci sono, infine, alcuni casi, parecchio rari, collegati a sindromi di natura genetica, come quella Beckwith Wiedemann, caratterizzata da iperaccrescimento e malformazioni congenite.

In presenza di macrosomia fetale si richiede spesso il ricorso al cesareo per evitare difficoltà legate al parto. Il peso eccessivo del bambino, difatti, oltre a rendere difficoltosa la venuta al mondo, può comportare la possibilità di lesioni al piccolo.

  • shares
  • Mail