Salute dei bambini, come prevenire la puntura di zecca

In estate le zecche sono un bel problema e i bambini, spesso, non sono consapevoli dei rischi che corrono. Ecco come possiamo proteggerli.

Bambini in montagna d'estate

Tra i problemi che possono minare maggiormente la salute dei bambini in questo periodo, ci sono le punture di zecca. Sono purtroppo molto frequenti se si decide di fare dei percorsi di trekking in cui si attraversa l’erba alta o se il bimbo è a contatto con gli animali, soprattutto cani. Prima di lanciare un falso allarme, cerchiamo semplicemente di rispettare qualche regola di prevenzione.

Vestite i bambini con abiti chiari e fate in modo che abbiano le gambe coperte, da pantaloni lunghi o calzettoni fino alle ginocchia. E non dimenticate il cappellino e la bandana. Se state affrontando un sentire, evitate di toccare l’erba lungo il margine dei sentieri, non addentratevi nelle zone in cui l’erba è alta.

Quando siete arrivati a destinazione, dovete ispezionare il corpo e i vestiti, per rimuovere eventualmente le zecche. Dove potrebbero essersi annidate? Sulla testa, tra i capelli si nascondono bene, sul collo, dietro le ginocchia, sui fianchi. Se avete un animale domestico, soprattutto i cani, ricordate che va trattato con sostanze acaro repellenti prima dell’escursione. Inoltre abbiate sempre con voi dei repellenti per insetti.

  • shares
  • Mail