Vaccinazioni dei bambini: i pediatri ricordano che rientrano nei diritti dei più piccoli

In merito alla questione dei vaccini ai bambini, ecco l'intervento dei pediatri italiani.

vaccinazione

I vaccini sono un diritto di ogni bambino. Lo ricorda la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, che lancia un allarme: si rischia di far tornare infezioni da anni debellate. Approvando la decisione della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) in merito alle vaccinazioni, la SIPPS sottolinea che il calo di coperture vaccinali in età pediatrica è davvero preoccupante, ricordando che i vaccini sono un diritto.

Il Professor Luciano Pinto, Vicepresidente SIPPS Campania, ricorda che

secondo la Costituzione della Repubblica la tutela della salute dell’individuo rappresenta un interesse della collettività.


Sottolineando che, come previsto dalla la Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo del 1989, ratificata dall’Italia nel 1991, e ribadito nel 2015 dal Comitato Nazionale di Bioetica, le vaccinazioni rientrano nell'interesse superiore di ogni bambino.

Il minore è titolare “jure proprio” del diritto alla salute che esercita tramite i genitori, che ne sono i legali rappresentanti: essi non sono liberi di decidere della salute di un bambino come di cosa propria, ma devono rispettare il principio del preminente interesse del minore senza che su di questo prevalgano scelte ed opinioni personali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail