Bambini e disabilità, i nuovi dati Unicef sulla condizione dell'infanzia

La disabilità è spesso legata a diversi fattori sociali, come la malnutrizione, la mancanza di diagnosi precoce e le vaccinazioni. Ecco i dati dell’Unicef.

vaccino antinfluenzale in gravidanza

Un nuovo studio di Unicef sulla disabilità dei bambini, condotto su 93 milioni di piccoli disabili, dimostra che mediamente c’è un piccolo disabile su 20 tra quelli con meno di 14 anni. Il rapporto "La Condizione dell'infanzia nel mondo 2013 - Bambini e disabilità", inoltre, conferma, che la diagnosi precoce e il trattamento delle invalidità possono prevenire le complicanze successive, ma sono spesso carenti.

Molto spesso la disabilità è legata a una mancanza delle vaccinazioni. Considerate che il questo genere di trattamento preventivo è fondamentale. La poliomielite, per esempio, è diminuita da oltre 350.000 casi nel 1988 a 221 nel 2012. Un altro problema è la malnutrizione: si stima che circa 165 milioni di bambini sotto i cinque anni registrino un ritardo nella crescita o siano cronicamente malnutriti – circa il 28 per cento dei bambini sotto i cinque anni nei Paesi a basso e medio reddito. E anche la malnutrizione nelle madri può portare a una serie di disabilità infantili prevenibili. Circa il 42 per cento delle donne in gravidanza che hanno basso e medio reddito sono anemiche e oltre una donna incinta su due in questi Paesi soffre di anemia da carenza di ferro.

Non tutto, perché un’analisi condotta in 14 Paesi in via di sviluppo ha rilevato che le persone con disabilità sono più esposte alla povertà rispetto ai loro coetanei Le famiglie con persone disabili hanno generalmente redditi più bassi rispetto alle altre famiglie.

  • shares
  • Mail