Sindrome di Asperger: sintomi, diagnosi e trattamenti per i bambini

Cos'è la Sindrome di Asperger? Quali sono i sintomi nei bambini e come si diagnostica e cura la patologia.

Sindrome di Asperger

La Sindrome di Asperger è una condizione di autismo a più alto funzionamento: deve il suo nome al pediatra e psichiatra austriaco che l'ha per primo descritta. La sindrome colpisce maggiormente i maschi e si caratterizza per rigidità di pensiero e comportamenti particolari, oltre a pochi interessi. Quando sono piccoli i bambini si mostrano curiosi solo per un argomento o un'attività, mentre nelle ragazze spesso la malattia porta a sviluppare anoressia.

I bambini che soffrono di Sindrome di Asperger utilizzano bene il linguaggio, comunicano con l'ambiente esterno, hanno buone capacità intellettive, sono abbastanza autonomi, ma talvolta sviluppano disturbi legati ai comportamenti sociali. Talvolta si nota anche difficoltà a imparare a camminare, difficoltà nei movimenti e nelle attività che prevedono l'uso delle mani. Tra i sintomi più comuni abbiamo un linguaggio pedante e monotono, mancanza di empatia e di mimica facciale, incapacità di interagire con i coetanei, comportamenti non appropriati e che respingono le altre persone, ma anche ritardi nelle abilità motorie.

La diagnosi solitamente avviene intorno ai 3-4 anni di età e viene formulata dal neuropsichiatra. Talvolta viene diagnosticata più avanti nel tempo e a volte non viene mai diagnosticata. Purtroppo non esistono ancora cure che possono far sparire la sindrome, ma si può intervenire con trattamenti educativi e comportamentali, oltre a quelli di parent training per insegnare ai genitori come rapportarsi con il bambino e come aiutarlo a relazionarsi con il mondo esterno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail