Si possono mangiare le vongole in gravidanza?

Si possono mangiare le vongole in gravidanza?

Si possono mangiare le vongole in gravidanza? Questo è uno dei numerosi interrogativi che le future mamme si pongono durante tale lasso di tempo. Tutti sappiamo quanto le precauzioni volte a salvaguardare la propria salute e quella del bambino non siano mai troppe. Ma è davvero necessario rinunciare ad un buon piatto di spaghetti alle vongole durante la dolce attesa?

Chiariamo subito il fatto che il rischio legato al consumo delle vongole in gravidanza riguarda principalmente il loro utilizzo da crude. Così ingerite, infatti, potrebbero contenere al loro interno dei parassiti in grado di mettere a rischio la salute della donna e, indirettamente quella del bebè. Le vongole, così come le cozze e gli altri molluschi, si nutrono filtrando l'acqua del mare; quest'ultima potrebbe essere contaminata da virus colpevoli dell'insorgenza di alcune infezioni.

Le cure, in questi casi, richiedono il ricorso a delle medicine che possono in qualche modo interferire con lo sviluppo del feto, dando vita a possibili malformazioni. Si tratta dei cosiddetti farmaci teratogenetici.

Siete in dolce attesa ma non volete rinunciare alle vongole? Cuocetele alla perfezione, allora, per almeno 5 minuti in padella: eliminerete o diminuirete drasticamente la presenza dei batteri ed il rischio di un'infestazione parassitaria dura a curarsi. Sì, quindi, alle vongole in gravidanza, ma solo se cotte alla perfezione.

Ed in quanto alle vongole surgelate? In teoria queste ultime dovrebbero risultare sicure esattamente come quelle cotte: in tal caso, infatti, le basse temperature dovrebbero avere consentito l'abbattimento di tutti i parassiti. Se ne consiglia tuttavia, una adeguata cottura.

Foto | Thinkstock

  • shares
  • Mail