Scoprire il sesso del nascituro: 6 credenze popolari

Siete in dolce attesa ed iniziate a fantasticare sul sesso del bebè? Ecco le più conosciute credenze popolari a riguardo

Scoprire il sesso del nascituro: credenze popolari

Nonostante sia risaputo che per scoprire il sesso del nascituro si debba attendere la relativa ecografia capace di svelarlo in maniera (quasi del tutto) certa ed inconfutabile, esistono una serie di credenze popolari le quali sarebbero in grado di svelare se la futura mamma darà alla luce un bimbo o una bimba.

Come è ovvio dedurre, si tratta di "metodi" privi di alcuna valenza scientifica ma capaci di strappare un sorriso e con i quali poter giocare fantasticando sul fagottino che si stia portando in grembo.

Ecco 6 tra le credenze popolari più conosciute relative al sesso del nascituro.


  1. La prima credenza popolare attribuisce l'attesa di un maschietto alle future mamme caratterizzate da un aspetto sano e il cui pancione sia appuntito; attenderebbero una bimba, invece, quelle che abbiano un bel pancione tondo ed il cui viso sia smunto.
  2. La pelle del viso della mamma pieno di brufoli ed imperfezioni indicherebbe l'arrivo di una bimba, in caso contrario (ovvero sana e liscia) quello di un maschietto.
  3. Secondo un'altra, il tipo di voglie indicherebbe il sesso del bebè: se di dolce si aspetterebbe una bimba, di salato un maschio.
  4. Il gioco delle Erre potrebbe aiutare a sapere se si sia in attesa di un maschio o di una femminuccia.
  5. Stesso discorso vale per il calendario lunare: leggete quì per scoprire come effettuare il relativo calcolo.
  6. Sulla stessa scia del precedente, si può fare riferimento al calendario cinese: quì il procedimento spiegato dettagliatamente con tanto di tabella.
  7. Altro metodo per capire se la futura mamma aspetti un bimbo o una bimba si potrebbe evincere dal modo in cui raccolga un oggetto caduto per terra. Nel caso in cui si pieghi in avanti attenderebbe un maschietto, nel caso in cui, invece, si accucci per terra piegandosi sulle ginocchia si tratterebbe di una bimba.

  • shares
  • Mail