I bambini vanno consolati con le coccole e non con il cibo

I bambini andrebbero sempre consolati con una coccola, con un abbraccio e non offrendo loro cibo.

caldi abbracci estivi

Come consolare i bambini quando piangono e hanno bisogno di essere confortati, supportati e aiutati ad affrontare un momento che per loro è difficile? Ovviamente con le coccole e non con il cibo, come suggerisce anche un recente studio norvegese, condotto dai ricercatori dell'Università norvegese di Scienza e Tecnologia, del King's College di Londra, dell'Università di Londra e dell'Università di Leeds e pubblicato sulla rivista Child Development.

Lo studio analizza il fenomeno dell'alimentazione emozionale nei bambini in età scolare: i ricercatori hanno esaminato l'alimentazione di 801 bambini di 4, 6, 8 e 10 anni, scoprendo che quando i bambini hanno tra i 4 e i 6 anni vengono consolati dai genitori con un premio alimentare, come la merendina preferita dai bambini. Questi stessi bambini a 10 anni hanno maggiori probabilità di cadere nell'emotionale eating.

Il cibo non deve mai essere fonte di consolazione per placare i sentimenti negativi, altrimenti si entra in un circolo viziosi che da grandi può causare gravi problemi alla salute.

Via | La Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail