Gravidanza, olio di pesce riduce il rischio allergie nei bambini

Probiotici e olio di pesce assunti durante la gestazione possono ridurre il rischio allergie nei bambini e negli adulti.

Fish oil capsule is nutrition food for healthy background with a copy space.

In gravidanza si consiglia l’assunzione di integratori alimentari affinché la mamma abbia il giusto apporto di vitamine e sali minerali per soddisfare il suo fabbisogno e quello del bambino. Un recente studio, firmato dai ricercatori dell'Imperial College di Londra e pubblicato su Plos, dimostra che assumere in gravidanza l'olio di pesce e i probiotici può ridurre il rischio di allergie infantili.

Non solo quindi sono garantiti effetti a breve termine, ma il bambino potrebbe beneficiare degli effetti sulla salute di queste sostanze anche in età adulta. Durante lo studio, i ricercatori hanno nato che le donne incinte che prendevano una capsula al giorno di olio di pesce dalle 20 settimane di gravidanza e poi nei primi tre o quattro mesi di allattamento, davano in eredità ai loro piccoli un rischio di allergie alle uova inferiore del 30 per cento.

Non è tutto, perché hanno scoperto che aggiungendo un integratore probiotico, tutti i giorni, dalle 36-38 settimane di gravidanza e nei primi tre o sei mesi di allattamento faceva ridurre il rischio di eczemi, nei bambini, del 22%. Robert Boyle, del Dipartimento di medicina dell'Imperial College e principale autore dello studio, ha inoltre commentato:

La nostra ricerca suggerisce che gli integratori di olio di pesce e probiotici possono ridurre il rischio di sviluppare una condizione allergica, e questi risultati devono essere considerati quando vengono aggiornate le linee guida per le donne in gravidanza: si ricorda che le allergie alimentari e gli eczemi sono in crescita in tutto il mondo.

Se siete in stato interessante, il consiglio è quello di affidarvi a un buon ginecologo e discutere con lui quali complessi siano più indicati. Talvolta si possono ottenere grandi risultati davvero con piccolissimi sforzi.

Foto | iStock
Via | Ansa

  • shares
  • Mail