Come proteggere la rete internet di casa per i bambini

I consigli per proteggere da rete internet domestica e renderla sicura per i bambini

internet bambini

Come si fa a proteggere i bambini dai rischi di internet? Come tutelare i più piccoli da tutte le insidie che si nascondono dietro un computer? La prima cosa da fare è sempre essere presenti, non lasciarli al pc mentre noi facciamo tutt’altro, un occhio e uno sguardo a quello che fanno è necessario. I bambini piccoli e i ragazzini sono attratti dal computer ma, esattamente come accade a noi adulti, può diventare una piccola dipendenza, soprattutto se si passano troppe ore in compagnia dei video giochi. Come in tutte le cose ci vuole la giusta misura, alternare il computer ad attività manuali, a giochi pratici e attività da fare con le mamme e soprattutto con fratelli e sorelle.

Per stare più tranquilli e proteggere i bimbi è possibile ricorrere a dei sistemi di Parental Control, come quelli per la televisione, che applicano dei filtri che fanno visualizzare solo determinati contenuti. Questi programmini e app spesso sono molto utili, a volte possono sembra un po’ complicati ma basta perderci un pochino e settare tutti i parametri manualmente per ogni dispositivo per dormire sogni tranquilli.

Una start-up italiana di Desenzano del Garda ha inventato il Routerhino, un piccolo router che si collega a quello della linea Adsl e protegge le famiglie dai contenuti non appropriati. Il sistema è indicato per i bambini tra i 2 e i 12 anni e si auto aggiorna, quindi la protezione è sempre ai massimi livelli. Routerhino costa 139 euro e il primo anno gli aggiornamenti sono compresi nel prezzo, dal secondo si paga 70 euro l’anno per offrire sicurezza e aggiornamenti continui.

Un’altra soluzione ce la offre Netgear che in collaborazione con Disney ha creato l’app Circle che permette di applicare il Parental Control a tutti gli apparecchi che si collegano alla rete domestica, per ognuno si possono settare parametri diversi in base a chi andrà ad utilizzarlo. L’app Circle è disponibile in una versione free che funziona abbastanza bene ed in una Premium a 5,49 euro al mese. Molto interessante anche il servizio OpenDNS Family Shield che permette di filtrare i contenuti sui singoli dispositivi o tramite il router domestico o la Google Safesearch che occulta di default tutti i risultati di ricerca espliciti.

Per quanto riguarda i dispositivi mobile le compagnie telefoniche offrono dei servizi dedicati alle famiglie come il Tim Young Junior o il servizio Vodafone Junior che filtrano i contenuti e fanno visualizzare solo quelli adatti ai più piccoli.

via | corriere
Foto | iStock

  • shares
  • Mail