Seguici su

Gravidanza

Dove partorire, come scegliere l’ospedale e i consigli per una scelta consapevole

Quali sono le cose importanti da valutare per scegliere l’ospedale in cui partorire: ecco i dettagli cui prestare attenzione.

Quando si scopre il test di gravidanza positivo il momento del parto sembra davvero molto lontano. Eppure decidere dove partorire e di conseguenza scegliere l’ospedale giusto è importantissimo, fin da subito, anche perché ci sono moltissime cose da valutare, tra cui le soglie di stabilità ministeriali. secondo il Pne 2017 (Programma nazionale esiti gestito dall’Agenas per conto del ministero della Salute), delle 461 strutture che eseguono parti, solo il 38% effettua almeno i 1.000 parti annui richiesti. Di quelli che raggiungono la quota minima stabilita, poi, solamente il 58% rispetta anche il valore di riferimento per la percentuale di tagli cesarei, che deve essere inferiore-uguale al 25%.

Questo è il quadro principale che una donna deve aver ben chiaro. Nel nostro Paese sono ancora numerosi i parti medicalizzati non per necessità ma per sicurezza. Ovviamente, negli ultimi anni ci sono stati dei miglioramenti: i tagli cesarei primari sono passati dal 29% del 2010 al 24,5% del 2016, il che si traduce in 58.500 donne a cui è stato evitato l’intervento. Come bisogna quindi scegliere l’ospedale? Risponde Luigi Frigerio, primario di ostetricia e ginecologia e direttore del Dipartimento materno-infantile pediatrico dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

“Se la gravidanza è fisiologica, ci si può affidare anche a strutture periferiche. Quando però emergono elementi di patologia a carico della donna o del nascituro, è importante puntare su centri di secondo livello che dispongono di tutte le strumentazioni necessarie per fronteggiare le emergenze”.

[related layout=”big” permalink=”https://bebeblog.lndo.site/post/191669/come-partorire-in-anonimato-negli-ospedali-italiani”][/related]

Bisogna poi valutare anche le seguenti questioni: la disponibilità dell’analgesia epidurale 24 ore su 24 (ci sono ospedali in cui non c’è sempre l’anestesista di turno o è a pagamento), 7 giorni su 7, della terapia intensiva neonatale, del servizio di rooming-in (cioè la possibilità di tenere il neonato in camera con sé h24) o della vasca per il parto in acqua. Potreste poi essere interessante a chiedere la raccolta del sangue del cordone ombelicale o ai bollini rosa. Fate attenzione a tutto e chiedete di poter visitare il reparto, prima del parto.

Via | Adnkronos
Foto | iStock

Leggi anche

bambini al doposcuola che svolgono attività creative bambini al doposcuola che svolgono attività creative
Scuola18 ore ago

Coinvolgere i bambini nelle attività artistiche scolastiche

Coinvolgere i bambini nelle attività artistiche scolastiche è fondamentale per il loro sviluppo completo e equilibrato. Coinvolgere i bambini nelle...

Scarpe Converse da ginnastica Scarpe Converse da ginnastica
Accessori4 giorni ago

Colorate o semplici: quali scarpe Converse dovresti scegliere?

Quando si tratta di scarpe iconiche e senza tempo, poche marche possono competere con la longevità e lo stile delle...

bambini insieme che si battono il cinque bambini insieme che si battono il cinque
Scuola4 giorni ago

Insegnare l’importanza del rispetto a scuola

Insegnare l’importanza del rispetto a scuola è fondamentale per la formazione di individui consapevoli e responsabili. L’educazione è un aspetto...

bambine e bambini ad una festa bambine e bambini ad una festa
Scuola7 giorni ago

Feste scolastiche: idee e consigli per i genitori

Scopriamo insieme qualche consiglio per aiutare i genitori ad organizzare feste scolastiche divertenti e sicure. Le feste scolastiche sono eventi...

bambino triste con le mani sul volto bambino triste con le mani sul volto
Scuola1 settimana ago

Insegnare ai bambini a gestire lo stress

Scopriamo qualche consiglio utile per insegnare ai bambini a gestire lo stress. Insegnare ai bambini a gestire lo stress è...

famiglia mamma e papa abbraccio neonato famiglia mamma e papa abbraccio neonato
Salute e benessere1 settimana ago

Pelle screpolata nei neonati: 5 consigli utili

Come tutti i neogenitori sanno, la pelle dei neonati e dei bambini piccoli è molto delicata ed è più soggetta,...

simbolo maschio e femmina, concetto di educazione sessuale simbolo maschio e femmina, concetto di educazione sessuale
Scuola2 settimane ago

Educazione sessuale a scuola: come affrontare l’argomento

Ecco qualche consiglio per affrontare il tema dell’educazione sessuale a scuola. L’educazione sessuale a scuola è un tema molto dibattuto...

gioco didattico per bambini gioco didattico per bambini
Scuola2 settimane ago

L’importanza del gioco nel processo di apprendimento

Esploriamo quali sono i vantaggi che il gioco ha sull’apprendimento e lo sviluppo dei bambini. Il gioco è una delle...

cyberbullismo, ragazza con lo smartphone cyberbullismo, ragazza con lo smartphone
Sicurezza bambini3 settimane ago

Proteggere i bambini da cyberbullismo, truffe e molestie online: strumenti e consigli

Navigare in Internet può essere un’avventura emozionante per i nostri figli, piena di opportunità di apprendimento e di occasioni di...

mamma figlia turiste vacanze mare mamma figlia turiste vacanze mare
Scuola3 settimane ago

Consigli per le vacanze estive: mantenere attivo l’apprendimento

Le vacanze estive non dovrebbero essere un periodo di totale inattività. Ecco qualche consiglio per mantenere attivo l’apprendimento. Le vacanze...

bambina che impara a gestire i soldi bambina che impara a gestire i soldi
Scuola3 settimane ago

Insegnare il valore del denaro attraverso la routine scolastica

Insegnare il valore del denaro attraverso la routine scolastica per preparare gli studenti alle sfide economiche della vita adulta. L’educazione...

papà legge libro al figlio papà legge libro al figlio
Salute e benessere3 settimane ago

Shampoo anticaduta per capelli che si spezzano: quale scegliere?

Quando i capelli si indeboliscono, è frequente che si spezzino e cadano o rimangano impigliati nella spazzola, quando li pettiniamo. ...