Educazione fisica nelle scuole elementari: il nuovo progetto Coni

Due ore alla settimana con un esperto del CONI per fare ginnastica alle scuole elementari. Ecco Sport Gioventude.

Nursery teacher helping one of her students during a physical education lesson.

L’educazione fisica è sempre stata trattata come una materia di serie B. in realtà è importantissima, per la salute dei bambini, per la loro capacità di fare gruppo, per imparare il rispetto delle regole e del sacrificio. Per questo entra nelle scuole un progetto importante. Si chiama "Sport Gioventude" e per due ore alla settimana e per tutto l'anno scolastico, la ginnastica arriverà nelle prime tre classi della scuola elementare grazie al Coni, in collaborazione con le 45 Federazioni sportive riconosciute.

L'iniziativa coinvolgerà cento scuole, 400 classi e ottomila bambini. La gran parte dello stanziamento - 162mila euro - coprirà i compensi per gli operatori sportivi che provengono dalle Federazioni. Il Presidente del CONI Sardegna Gianfranco Fara ha commentato:

“C’era la necessità di creare un progetto per offrire ai ragazzi una straordinaria opportunità di maturazione e di crescita fisica e culturale e con questo obiettivo il CONI, d’intesa con le Istituzioni regionali, ha promosso ed avviato il programma di educazione motoria denominato “Sport Gioventude” condividendone in pieno l’intendimento di fondo che è quello di offrire, ai nostri ragazzi, alcuni strumenti di conoscenza e di consapevolezza che hanno carattere fondamentale: per accrescere le proprie qualità, per acquisire sicurezza ed autostima, per realizzare la cognizione dei propri limiti e delle proprie possibilità, per comprendere l’utilità e la necessità del confronto e del rispetto nei confronti degli altri”.

Ha anche ricordato che in Italia, soltanto 2 bambini su 10 svolgono regolarmente attività motoria e che, nella graduatoria europea che registra le ore di attività motoria svolta dai giovani, l’Italia occupa gli ultimi posti!

  • shares
  • Mail