I bambini non sono mai stanchi? Merito dei loro muscoli da atleta

Non sono mai stanchi e sono sempre pieni di energia? Sono in molti i genitori che si chiedono come sia possibile. Ora uno studio risponde alla domanda.

Boy doing sit-ups while trainer holding feet

Alcuni bambini sembrano non essere mai stanchi. Corrono come dei matti, non dicono mai di no al gioco, finché la sera non svengono nel loro lettino. E i genitori? Sono esasperati dai figli instancabili. È dura stare dietro a tanta energia, soprattutto con l’avanzare dell’età. A studiare il fenomeno sono stati Sébastien Ratel, professore di Medicina dello Sport all’Università Clermont-Auvergne, e Anthony Blazevich, professore di Biomeccanica all’Edith Cowan University di Perth. Che cosa è emerso dalla loro ricerca?

"La nostra ricerca dimostra che i bambini aggirano alcuni di questi limiti grazie a muscoli resistenti alla fatica e alla capacità di recuperare rapidamente dall'esercizio ad alta intensità”

I limiti sono fisici. Dovrebbero stancarsi prima perché, a differenza di un adulto, hanno limitate capacità cardiovascolari, tendono ad adottare schemi di movimento poco efficienti e inoltre devono compiere un maggior numero di passi per coprire le distanze.

Nello studio sono stati coinvolti bambini tra gli 8 e i 12 anni e adulti non alleanti ma anche atleti di triathlon, in modo tale da osservare le reazioni sotto sforzo. Il professor Ratel ha quindi spiegato a Repubblica:

"Nei muscoli dei bambini la capacità aerobica è maggiore che negli adulti e dunque si stancano meno nelle attività fisiche ad alta intensità. Inoltre, anche il recupero della frequenza cardiaca e la capacità di rimuovere il lattato nel sangue sono più rapidi, tanto da eguagliare quelli di atleti ben allenati. Molti genitori ci chiedono quale sia il metodo più corretto per sviluppare il potenziale atletico dei figli. A questa età la resistenza muscolare è già molto buona perciò è meglio concentrarsi sulla tecnica o sulla velocità”.

  • shares
  • Mail