I bambini curiosi sono più bravi a scuola e portati per la matematica e la lettura

I bambini curiosi sono bambini che possono avere risultati accademici migliori e performance migliori in matematica.

A young child is bending down looking in the grass, investigating something with a magnifying glass.  Vintage style color.

I bambini curiosi sono bambini con una marcia in più e che probabilmente sono più portati per la lettura e per la matematica. Questa anche la ragione per cui la gioia della scoperta e la motivazione a cercare risposte a cose ignote andrebbero coltivate nei più piccoli. Ecco il consiglio di uno studio dell'Università del Michigan, pubblicato sulla rivista Pediatric Research.

Durante la ricerca sono stati esaminati i dati dell'Early Childhood Longitudinal Study, Birth Cohort, uno studio che ha seguito migliaia di bambini dalla loro nascita nel 2001. I genitori dei piccoli sono stati intervistati durante delle visite a casa e i bambini, 6200, sono stati valutati quando avevano nove mesi e due anni, e ancora quando sono entrati alla scuola materna e al primo anno di scuola elementare. Che cosa è emerso? Risponde Prachi Shah, autrice della ricerca:

"Attualmente la maggior parte degli interventi in classe si concentrano sul coltivare il controllo precoce e sulle capacità di autoregolamentazione del bambino, ma i nostri risultati suggeriscono che dovrebbe essere preso in considerazione anche un messaggio alternativo, incentrato sull'importanza della curiosità".

Promuovere la curiosità è importante soprattutto per i bambini provenienti da contesti economici meno abbienti: permette ai piccoli di avere quella motivazione in più per colmare il divario con i coetanei. La voglia di scoprire e di sapere è fondamentale per ottenere buoni risultati accademici.

  • shares
  • Mail