Adozioni, l’Italia è il Paese europeo che adotta più bambini

Non si fanno figli, il calo delle nascite è drammatico ma cresce il numero di bambini adottati: questa è la nuova realtà delle famiglie italiane.

Cute young girl peeking behind a draw of her family, room interior on the background

In Italia si fanno sempre meno figli. Non è una novità. Sono anni che gli italiani hanno un tasso di natalità basso (maglia nera d’Europa) e ci si interroga sul perché. La situazione economica? I fattori culturali? La mancanza di politiche concrete che aiutino le famiglie? Forse tutto, forse niente. Quello che sorprende però è un nuovo dato: siamo il Paese che adotta più bambini europei e siamo al secondo posto per adozioni di minorenni extraeuropei.

È anche il Paese in cui calano i numeri dei figli nati fuori dal matrimonio. A confermare che i figli non si fanno e basta, non c’è sacro vincolo che tenga. Secondo i dati Eurostat del 2016 in Germania il 35,5% dei bambini sono nati da genitori non sposati, lo 0,5% in più rispetto all'anno prima. In Spagna il 45,9% (più 1,4%); in Francia il 59,7% (più 0,6%); in Portogallo il 52,8% (più 2,1%); in Gran Bretagna il 47,9% (più 4,2%); in Norvegia il 56,2% (più 0,3%); in Islanda il 69,6% in crescita del 4% rispetto al 2006.

E da noi? Qui i bambini nati da coppie non sposate erano il 30% nel 2015 e sono diventati il 28% nel 2016, meno della media europea del 33,1% (dato del 2015). Sono notevoli i dati sull’adozione: ogni anno vengono adottati 488 minorenni provenienti dagli altri Paesi europei. La Francia, , che è seconda in classifica, ne adotta solo 120 l'anno in media.

Ci troviamo invece al secondo posto nella classifica di bambini extracomunitari: prima la Spagna con 3.081 bambini, seconda l’Italia con 3.037 e terza la Francia con 2.735 piccoli.

Via | Il Giornale

  • shares
  • Mail