Svezzamento, consigli in caso di stipsi o diarrea

Lo svezzamento è una fase difficile per i bambini che deve abituarsi a una pappa che non è solo latte e con lui il suo intestino.

Parent Feeding Toddler With a Spoon

Molto spesso lo svezzamento porta con sé una seria di problemi. Passare da un’alimentazione liquida, a base di latte, a un’alimentazione semi-liquida e poi solida mette a dura prova l’intestino. Il bambino potrebbe quindi soffrire di episodi di stipsi o al contrario di diarrea o feci semi-liquide. Care mamme, è normale. Osservate il bambino, dategli anche il tempo di adattarsi e provate a capire quali siano gli alimenti che possono disturbalo.

Quando si introduce la pappa, il bambino si scaricherà molto meno. Il bambino deve abituarsi al nuovo cibo, a un introito inferiore di acqua, e tenderà a fare la cacca un paio di volte al giorno. Si consiglia di far bere il bimbo quanto più possibile, perché l’acqua che non prende con il latte deve imparare a prenderla bevendo. Si parla di stitichezza se il piccolo non si scarica per due o tre giorni e le feci sono molto dure.

Alcuni cibi invece potrebbero causare diarrea. Primo tra tutti, c’è l’olio (cercate di moderarne l’uso) così come i latticini, che magari il piccolo potrebbe non digerire bene. Un genitore non deve quindi allarmarsi ma semmai regolare la pappa e fare attenzione: la cosa migliore è introdurre un nuovo cibo alla volta proprio per vederne le reazioni.

Potete consultarvi con il pediatra per avere qualche consiglio, soprattutto se notate che il bambino ha davvero grandi difficoltà a scaricarsi e ha dolore al pancino. Nei primi mesi di svezzamento sono condizioni più che normali, ma potrebbero nascondere delle intolleranze. Chiedere non costa nulla e soprattutto fa stare molto più traquilli…

Via | LaStampa

  • shares
  • Mail