Pangasio tossico: problemi per i bambini

Il pangasio è un pesce con alti livelli di mercurio che per i bambini potrebbe addirittura risultare tossico

Pangasio tossico bambini

Il pangasio è un pesce originario del Vietnam, ha un basso contenuto proteico e una bassa concentrazione di Omega-3 ma nonostante queste sue proprietà non proprio eccelse è molto gettonato perché i filetti sono puliti e senza spine e quindi è comodo da cucinare, servire e gustare. Il pangasio però contiene anche preoccupanti concentrazioni di mercurio e per questo motivo andrebbe evitato, soprattutto nella dieta dei bambini.

Gli alti livelli di mercurio sono pericolosi, lo sono per tutti, ma in particolare per i bambini per i quali questa tipologia di pesce potrebbe addirittura risultare tossica. A bocciare il pangasio è stata la Universidad de La Laguna, nelle Isole Canarie in Spagna, che ha condotto uno studio che è stato pubblicato sulla rivista Chemosphere. I ricercatori hanno analizzato 80 campioni di filetti congelati disponibili in condizioni naturali o marinate, tramite la spettrofotometria di assorbimento atomico a vapore freddo si è arrivati alla conclusione che i valori di mercurio presenti nel pangasio sono molto preoccupanti.

Ma perché il pangasio è così tossico? Il motivo è semplice: viene pescato nel fiume Mekong che è tra i più inquinati del mondo! In teoria il pangasio che arriva nei nostri supermercati deve rispettare le regole imposte dalla normativa italiana, però è molto probabile che sia al limite. Mangiarlo spesso comporta comunque l’assunzione di quantità elevate di mercurio, motivo per cui è preferibile lasciar perdere.

Puntate sul pesce azzurro e, in generale, cercate di prediligere il pescato locale che in media è sempre migliore. Ai bambini il pesce si deve pulire lo stesso, tanto vale acquistare un prodotto sicuro e genuino.

  • shares
  • Mail