Fino a quando si allatta

Scopriamo insieme fino a quando si allatta e perchè il latte materno è così importante per la crescita del bambino

Fino a quando si allatta

Fino a quando si allatta? Qual è l’età giusta per allattare al seno il proprio bambino? Il latte materno è un alimento completo e bilanciato che fa bene al bambino, rinforza il suo sistema immunitario, lo protegge dalle infezioni e ne favorisce il corretto sviluppo. I medici consigliano di allattare il bambino per almeno sei mesi, quindi occorrono sei mesi per dare al bebè tutto il bagaglio di nutrienti che servono al suo benessere presente e futuro.

L’allattamento può durare fino a che la mamma e il bambino ne hanno voglia, anche fino a due anni. Anche se il bambino inizia a mangiare tutti gli altri alimenti come pastina, biscotti, carne e frutta, il latte è sempre utile e può arrivare a coprire il 25% del fabbisogno giornaliero. Il latte va dato a richiesta del bambino, non deve essere un obbligo ma non deve neanche essere negato, è un equilibrio da gestire in due soprattutto quando il bimbo comincia ad essere più grandicello.

È stato dimostrato che i bambini che si nutrono di latte materno si ammalano meno anche se vanno all’asilo, è un alimento che rinforza le difese immunitarie e che aiuta il bambino ad essere più forte. Qualcuno sostiene che superati i sei mesi il latte materno è come l’acqua fresca, in realtà non è così perché il latte ha una formula che si modifica nel tempo e che si adatta alle esigenze del bambino, quindi fa bene a qualsiasi età.

Quindi riassumendo è consigliabile allattare come minimo fino ai sei mesi e poi proseguire finchè mamma e bambino ne hanno voglia.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail