Bambini, vietato lo smartphone prima dei 2 anni

I bambini devono fare un uso limitato della tecnologia, soprattutto non devono utilizzare smartphone e tablet nei primi due anni di vita.

Young family is sitting on the couch and using mobile phones

Uso limitato della tecnologia per i bambini. Questa deve essere una regola chiara a tutti i genitori, che non devono dare smartphone e tablet prima dei due anni, durante i pasti e prima di andare a dormire. Limitarne l'uso a massimo un'ora al giorno nei bambini tra i 2 e i 5 anni e al massimo due ore al giorno per quelli tra i 5 e gli 8 anni.

A dare le direttive, per la prima volta, è la Società italiana di pediatria con un documento ufficiale sull'uso di cellulari, smartphone, tablet nei bambini da 0 a 8 anni di età. Le linee guida dei pediatri italiani, pubblicate sull'Italian Journal of Pediatrics, sono state presentate a Roma in occasione del 74/o Congresso italiano di pediatria, proprio in un momento in cui in Francia, ad esempio, i cellulari vengono vietati a scuola.

"Nessuna criminalizzazione delle tecnologie digitali. Ma come pediatri che hanno a cuore la salute psicofisica dei bambini non possiamo trascurare i rischi documentati di un'esposizione precoce e prolungata a smartphone e tablet”

Hanno specificato i medici, che hanno mostrato alcuni dati: in Italia 8 bambini su 10 tra i 3 e i 5 anni sanno usare il cellulare dei genitori. E mamma e papà sono troppo spesso permissivi: il 30% dei genitori usa lo smartphone per distrarli o calmarli già durante il primo anno di vita, il 70% al secondo anno. Il documento sconsiglia, inoltre, programmi con contenuti violenti e soprattutto no al cellulare "pacificatore".

  • shares
  • Mail