Primo soccorso per bambini: da settembre in tutte le scuole italiane

Usare il defibrillatore, riconoscere un attacco cardiaco e saper praticare un massaggio. I bambini impareranno a scuola il Primo Soccorso.

Two beautiful girls, age-diverse sisters in doctor's caps playing veterinarians with their pet, bandaging it's pad, sitting in front of white background with copy-space

Imparare le tecniche di Primo Soccorso è importante a tutte le età. A settembre, con la ripresa del calendario scolastico, diventa materia di insegnamento. Conclusa la sperimentazione nazionale, i risultati parlano di "una grande operazione culturale, che vede l'Italia ai primi posti nel mondo e maglia rosa per l'iniziativa che ha riguardato le lezioni ai bambini dell'asilo", ha spiegato con orgoglio Mario Balzanelli, presidente del Sis 118.

Come sono stati organizzati i corsi? Tutto in base all’età, ovviamente. Alle materne i piccoli hanno imparato a riconoscere i pericoli importanti per se stessi, la relazione di aiuto all'adulto, la chiamata al 118. I bambini delle elementari a fine corso sono stati in grado di riconoscere un arresto cardiaco e di fare il massaggio, di intervenire per togliere un corpo estraneo dalle vie aeree.

I ragazzi delle medie, invece, sono diventati capaci di praticare la respirazione artificiale, primo soccorso per fermare un'emorragia, intervenire su ustioni e fare il massaggio cardiaco. Agli studenti delle scuole superiori sono stati insegnati l'uso del defibrillatore nell'adulto e in età pediatrica, le manovre importanti per l'apertura delle vie aeree, medicare ferite, stabilizzare il collo, immobilizzare gli arti.

Grazie a questo progetto saranno formati 5 milioni di studenti e 800 mila tra professori e personale Ata. Ogni anno con la Maturità usciranno dalle scuole 500 mila giovani in grado di usare un defibrillatore e con un certificato Blsd. Insomma, non è cosa da poco.

  • shares
  • Mail