Usa, i genitori pagano lezioni private di videogame ai figli

I genitori americani sono disposti a spendere anche molti soldi pur di permettere ai figli di imparare bene a giocare ad alcuni videogame. Come mai?

Cheerful kids are sitting together on sofa at home. Girls are playing game console while boy is cheering for them

Arriva un momento nella vita in cui i bambini hanno bisogno di ripetizioni o lezioni individuali per approfondire una materia o uno sport. Non è nulla di tragico. Quello che sconvolge è un trend americano: numerosi genitori si sono rivolti a professionisti per allenare i piccoli di casa a vincere a Fortnite , popolare gioco Battle Royale di Epic Games che ogni giorno tiene impegnate milioni di persone.

Ti stai domandando perché? Secondo quanto riporta The Guardian, le principali motivazioni sarebbero due (e sono agghiaccianti): giocare bene a Fortnite significa aiutare il bambino a socializzare e a non sentirsi emarginato dal gruppo. L’altro aspetto riguarda gli e-sport, ovvero gli sport virtuali, che negli Usa stanno diventando così importanti da garantire ai migliori una borsa di studio.

Esiste poi un terzo motivo, che non riguarda più i bambini ma i loro genitori: voglio sentirsi giovani e giocare a un videogame con i figli li aiuta a tenere allenati i riflessi, che tendono a rallentare con l’età, e a stare al passo con i figli. Quanto costa una lezione di Fortnite. Dipende molto dal privato che la fa: in linea di massima ha un prezzo che oscille tra i 10 e i 25 dollari. Scendiamo dal nostro piedistallo: inutile scandalizzarsi, perché questo settore si sta espandendo anche in Italia. Non siamo ancora al livello di pagare lezioni private ai figli, ma tra qualche anno…. Chissà!


via | LaStampa

  • shares
  • Mail