Separazione dei genitori, addio all’assegno di mantenimento per i figli

Cambiano le regole per la separazione dei genitori con un nuovo disegno di legge che sarà discusso a settembre.

Unhappy family and child custody battle concept sketched on sticky note paper

La separazione dei genitori è sempre un problema grave per i bambini che si ritrovano divisi tra mamma e papà. A complicare la situazione, il nuovo disegno di legge a firma del senatore Simone Pillon, che rivoluzionerà il diritto di famiglia. Il disegno prevede di eliminare l’assegno di mantenimento, introducendo la doppia residenza per la prole e tempi paritetici da spendere insieme. Le nuove regole saranno derogabili sono se c'è accordo tra le parti.

Il senatore, in un’intervista al Messaggero, ha spiegato:

"E' prevista la sostanziale soppressione dell'assegno di mantenimento. Non ci sarà più l'obbligo di versare soldi all'altro genitore, perché il mantenimento dei figli sarà un onere di entrambi che provvederanno in maniera diretta, come accade nelle coppie conviventi, salvo diverso accordo".

Inoltre, il bambino dovrà avere una doppia residenza e dovrà “essere garantita alla prole la permanenza di non meno di 12 giorni al mese, compresi i pernottamenti, presso il padre e presso la madre". Ne consegue che la casa non deve essere assegnata a un genitore. A questo si aggiunge un altro dettaglio importante: il minore ha "il diritto di trascorrere con ciascuno dei genitori tempi paritetici ed equipollenti, salvo i casi di impossibilità materiale".

Che cosa ne sarà della stabilità dei bambini che dovranno vivere una vita metà con papà e metà con la mamma? Bene che i genitori abbiano uguali diritti e doveri, ma ci si dimentica dell’equilibrio dei più piccoli?

  • shares
  • Mail