Mamma e papà parlano molto? Il bambino avrà migliori abilità linguistiche

Conversare con i bambini o davanti ai bambini è importante per aiutarli a sviluppare il linguaggio: lo dimostra un nuovo studio scientifico americano.

Quando ci sono i bambini piccoli, i genitori spesso tendono a stare in silenzio. Non è un errore, se il piccolo sta dormendo. Se, però, è sveglio il consiglio è quello di chiacchierare tranquillamente davanti a loro e interagire normalmente, senza trattenersi (vietate le parolacce, ovvio). Secondo uno studio americano, più i piccoli sono esposti alle conversazioni, migliori saranno le loro abilità linguistiche e cognitive.

Fino ai 14 anni i bambini cresciuti in famiglie in cui si dialoga costantemente anche durante la loro infanzia presentano valori di quoziente intellettivo più alti rispetto ai coetanei cresciuti in contesti più «silenziosi». Qual è il momento più importante della crescita? Quello tra i 18 e i 24 mesi. È in questa fase della vita che le parole di mamma e papà sono particolarmente importanti.

Gli esperti, coordinati da Betty Wohr, direttore del programma di «follow-up» neonatale al Women & Infants Hospital del Rhode Island, Usa, suggeriscono quindi di impegnarsi a creare un ambiente linguistico favorevole per i bambini (spegnete la tv e i telefoni e parlate con loro, leggete i libri). Questo processo potrebbe iniziare nel grembo materno.

Via | Il secolo

  • shares
  • Mail