Genitore, vietato aiutare i bambini a fare i compiti

Genitori troppo presenti nella vita dei bambini: sono sempre più numerosi i piccoli che fanno i compiti con mamma e papà.

compiti a casa

I compiti, che tortura! Soprattutto per i genitori che si ritrovano la sera, con i proprio bambini, sui libri. Uno studio condotto sulle abitudini di genitori e figli delle Università della Finlandia orientale e di Jyväskylä, e riportato da Humanitas, dimostra che aiutare troppo i figli a fare i compiti nuoce al loro sviluppo.

Essere autonomi è molto importante, rende più tenaci, alimenta la voglia di fare e ovviamente rende i piccoli adulti indipendenti. La ricerca ha preso in considerazione i bimbi che frequentano la primaria dal secondo al quarto anno. Che cosa è emerso? I ragazzini le cui mamme davano loro l’opportunità di farcela da soli riuscivano ad avere risultati migliori.

Il risultato ha evidenziato che le mamme che davano ai figli l’opportunità di farcela da soli avevano figli più tenaci e in grado di raggiungere il risultato. Secondo il dottor Marco Nuara, pediatra di Humanitas San Pio X

“In una società competitiva, la scuola lo è a sua volta. Ecco che allora diventa difficile per il genitore lasciar sbagliare il figlio, accettare che non sia il primo della classe o che nemmeno ci provi.”

Essere d’aiuto al bambino e farsi trovare disponibili va bene, esagerare no. Dare assistenza non è dunque la scelta giusta: la scuola pone obiettivi che il ragazzo deve raggiungere e può raggiungere da solo. Quello che devono fare mamma e papà è metterlo nelle condizioni giuste, sostenerlo, incentivare le sue inclinazioni e non giudicarlo. Potrebbe fallire, capita a tutti. Imparare dagli errori è una lezione importante.

Via | Humanitas

  • shares
  • Mail