Le frasi sulle maschere di Carnevale

È Carnevale

Per giocare un po’ con il Carnevale, conoscere meglio questa festa, ma anche apprezzarne il significato e le sfumature, ecco qualche frase da leggere con i bambini: ci sono le maschere, gli scherzi, le rime di Gianni Rodari, ma anche i proverbi popolari. Alcune sono molto semplici, altre sono più complesse e indicate per bambini di almeno 10 anni.

Pulcinella ed Arlecchino, Stenterello e Meneghino, con Brighella e Pantalone, Colombina e Balanzone, fanno ridere i bambini. Viva, viva i burattini!

A carnevale ogni scherzo vale, ma che sia uno scherzo che sa di sale. (Proverbio)

Carnevale guarisce ogni male.(Proverbio)

Carnevale, ogni scherzo vale.
Mi metterò una maschera da
Pulcinella
e dirò che ho inventato la
mozzarella.
Mi metterò una maschera da
Pantalone,
dirò che ogni mio sternuto vale
un milione.
(Gianni Rodari)

Una maschera ci dice di più di una faccia. (Oscar Wilde)

Carnevale, giorno sempre triste per me che amo la quiete ed il silenzio (Edmondo De Amicis)

Chi non ride mai non è una persona seria. (Charlie Chaplin)

Nessuno può portare a lungo la maschera. (Seneca)

La risata è il sole che scaccia l’inverno dal volto umano. (Victor Hugo)

Carnevale in filastrocca, con la maschera sulla bocca, con la maschera sugli occhi, con le toppe sui ginocchi: sono le toppe d’Arlecchino, vestito di carta, poverino.
Pulcinella è grosso e bianco, e Pierrot fa il saltimbanco.
Pantalon dei Bisognosi “Colombina,” dice, “mi sposi?”
Gianduia lecca un cioccolatino e non ne da niente a Meneghino, mentre Gioppino col suo randello mena botte a Stenterello.
Per fortuna il dottor Balanzone gli fa una bella medicazione, poi lo consola: “È Carnevale, e ogni scherzo per oggi vale” (Gianni Rodari).

  • shares
  • Mail