Vaccini, Salvini alla ministra Grillo: "I bambini non vaccinati restino all'asilo"

Scade il 10 marzo il termine per presentare la documentazione sui vaccini. Salvini propone di lasciare comunque all’asilo anche i piccoli non vaccinati.

vaccini iscrizione

I bambini per andare a scuola devono essere vaccinati. Il decreto legge Lorenzin, basato proprio su questa regola fondamentale, ha favorito la vaccinazione di massa. Proprio oggi, però, il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini ha scritto una lettera alla ministra della Salute, Giulia Grillo, in cui chiede un decreto legge per consentire la permanenza scolastica ai bambini non vaccinati delle scuole di infanzia 0-6 anni.

I piccoli che non frequentano ancora le scuole elementari potrebbero essere ammessi agli asili senza aver eseguito le vaccinazioni previste per Legge. Come mai? Il responsabile del Viminale ha liquidato così la questione:

"L'intento del procedimento è quello di garantire la permanenza dei bambini nel ciclo della scuola dell'infanzia, evitandone l’allontanamento e la decadenza dalle liste scolastiche, essendo ormai giunti alla conclusione dell’anno. Evitiamo traumi ai più piccoli”.

Attendiamo ora la risposa della ministra, che deve avvenire entro il 10 marzo, data entro cui i genitori dovrebbero portare a scuola la documentazione vaccinale eseguita. Qualche mese fa si era espressa a favore dell’obbligatorietà andando contro al vicepremier:

"I vaccini sono un fondamentale strumento di prevenzione sanitaria primaria. E in discussione a livello politico sono solo le modalità migliori attraverso le quali proporli alla popolazione"

  • shares
  • Mail