Linguaggio dei bambini: le nuove parole si apprendono giocando con i coetanei

I bambini sono più stimolati a parlare e ad apprendere nuove parole quando giocano con i coetanei.

Quanto giocare con i bambini

Per stimolare il linguaggio dei bambini bisogna leggere e parlare con loro senza utilizzare un linguaggio “per piccoli”. Queste sono state le teorie più accreditate fino a oggi. Uni studio condotto da Yuanyuan Wang, della Ohio State University e Amanda Seidl, della Purdue University e presentato in occasione del 177esimo Meeting della Acoustical Society of America, sostiene che i bimbi imparano nuove parole soprattutto quando interagiscono con altri bambini.

Per arricchire il vocabolario non devono stare a contatto con gli adulti ma giocare con bambini della loro età. Durante lo studio, i ricercatori hanno cercato di valutare il gruppo di età che riesce ad influenzare maggiormente l’apprendimento delle parole da parte dei piccoli. Per farlo hanno condotto due differenti test su un campione di bambini di due anni di età.

Che cosa è emerso? Yuanyuan Wang sostiene che i bambini siano interessati allo sviluppo del proprio linguaggio e che possano essere più in sintonia con il suoni e le parole emesse da persone con un tono più simile al loro. Ha così commentato:

"Gran parte di ciò che sappiamo del mondo è appreso da altre persone. Questo è particolarmente vero per i bambini piccoli. È affascinante apprendere che i bambini hanno questa capacità di apprendere in modo selettivo da un particolare gruppo sociale".

  • shares
  • Mail