Libri per ragazzi: in calo le vendite

Drammatica la situazione culturale della scuola italiana e ora un altro dato preoccupa: per la prima volta sono in calo le vendite dei libri per ragazzi.

Come aiutare un bambino a leggere

I libri per ragazzi sono stati per molti anni un prodotto di grande successo, oltre a essere estremamente importante per lo sviluppo linguistico e culturale del bambino. Purtroppo
nel primo quadrimestre del 2019, le vendite sono calate, secondo l’Associazione italiana editori, dell’1,2 per cento.

Si parla già di crisi ed è la prima volta. Come sapete il mercato editoriale è di per sé già molto dolente. Le persone leggono sempre meno, preferendo la televisione. Inoltre, questo dato rispecchia quello che sta succedendo nel nostro Paese, Paese con gravi problemi nella scuola: l’indice di lettura è tra i più bassi nel ranking internazionale (il 41 per cento).

Come si può far tornare la voglia di leggere? I genitori devono dare assolutamente il buon esempio. E poi servono iniziative come #ioleggoperché, che in tre anni ha portato oltre 650 mila libri a disposizione delle scuole. Ricordiamo che gli ultimi dati sui test Invalsi del 2018 sono disastrosi: la metà dei ragazzi esce della scuola media che non comprende chiaramente un testo orale e scritto, mentre un terzo è promosso senza saper leggere, scrivere e far di conto in modo sufficiente.

  • shares
  • Mail