Pertosse, neonato non vaccinato ricoverato a Rimini

A Rimini un neonato non ancora vaccinato ha rischiato la vita a causa della pertosse.

neonato non vaccinato

All'ospedale di Rimini un neonato di appena due mesi è stato ricoverato d'urgenza a causa della pertosse. Il bambino era troppo piccolo per ricevere il vaccino per la pertosse, che solitamente viene somministrato insieme all'esavalente quando i piccoli compiono tre mesi di vita. Vaccino che tra l'altro è consigliato anche alle donne in gravidanza per evitare il contagio nei neonati troppo piccoli, per i quali la malattia potrebbe risultare fatale, in particolare sotto i 6 mesi di vita. Quello che è emerso dalle indagini, però, è che nemmeno i tre fratelli più grandi, che oggi vanno a scuola (il più grande ha 15 anni), sono mai stati vaccinati.

I fatti risalgono a una settimana fa. Secondo quanto riportato dalla stampa locale il bambino è arrivato in ospedale in gravi condizioni: il pediatra, dopo averlo visitato e aver riscontrato tosse insistente e raffreddore, sintomi comuni, ma che possono essere anche tra quelli della pertosse, ha subito capito che bisognava portarlo immediatamente al pronto soccorso. Per fortuna adesso non è più in pericolo di vita: i medici lo hanno sottoposto a una terapia antibiotica che ha funzionato. Ed è già stato dimesso dall'ospedale romagnolo.

L'Ausl romagnola ha deciso di avviare un'indagine sulla famiglia. Si è anche impegnata a offrire ai genitori dei bambini le vaccinazioni obbligatorie previste dal decreto Lorenzin. Se la famiglia dovesse rifiutare i vaccini, dopo i 90 giorni di tempo che ha a disposizione per regolarizzare la posizione vaccinale dei figli, potrebbero scattare le sanzioni previste per legge. Nella sola città di Rimini in seguito all'ordinanza comunale che prevede 50 euro di multa per ogni giorno in cui i bambini non sono vaccinati, le multe per i genitori no vax hanno raggiunto i 10mila euro.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail