Perché i neonati non vanno mai baciati

Perché i neonati non vanno mai baciati e non andrebbero mai toccati nelle manine o sul viso? Ne va della loro salute.

i neonati non vanno mai baciati

I neonati non vanno mai baciati. E non andrebbero mai toccati, in linea generale, soprattutto sulle mani o sul viso. È importantissimo saperlo ed è altrettanto importante impedire che parenti e amici possano mettere a rischio la salute dei piccolissimi. Perché di questo stiamo parlando. I bambini vengono al mondo con un sistema immunitario non ancora del tutto formato. E non devono essere esposti a malattie che, vista la tenera età, potrebbero essere potenzialmente pericolose per loro.

Giovanni Poggi, pediatra del Meyer, spiega perché non dovremmo mai baciare i bambini:

I neonati non hanno un profilo immunologico ben sviluppato e sono quindi più esposti a prendere malattie batteriche e virali. E anche il decorso di alcune di queste patologie può essere più grave per loro.

Quindi non solo parenti e amici in visita, vicini di casa, conoscenti, ma anche i genitori e i fratellini e le sorelline dovrebbero fare molta attenzione. Il bacio è un bellissimo gesto d'affetto, ma nel caso dei neonati, che hanno un sistema immunitario ancora in fase di sviluppo, potrebbe essere dannoso per la salute.

Potremmo, a nostra insaputa e involontariamente, trasmettere ai più piccoli l'herpes. Nei grandi è praticamente innocuo. Mentre nei neonati può arrivare a causare danni neurologici molto seri. E in alcuni casi può anche essere fatale. Se sappiamo di avere l'herpes o di esserne spesso soggetti, meglio evitare di baciare il bambino. Anche nelle manine, perché poi lui le porta in bocca. La mamma colpita da herpes dovrebbe utilizzare una mascherina per evitare il contagio.

Mai baciare sul viso i neonati, mai baciare sulle mani i neonati, fare molta attenzione se si va in visita in una casa dove c'è un bambino piccolo, soprattutto se non si sta molto bene. Accorgimenti da prendere nei primi 7-8 mesi di vita. Ma in linea di massima dovremmo prestare massima attenzione fino all'anno di età.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail