Alimentazione dei bambini: tanta frutta per combattere il caldo

Per combattere il caldo i bambini hanno bisogno di consumare tanta frutta: è questo il consiglio della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale.

orto con i bambini con alberi da frutta

È arrivata l’estate e l’Italia sembra essere stata colpita da un’ondata tremenda di calore. Come affrontare questo momento? L’alimentazione può essere di grande aiuto anche per i bambini, che devono consumare soprattutto frutta, come fragole, ciliegie, albicocche, pesche, meloni, angurie, fichi, pere, susine, uva e frutti di bosco.

Il consiglio arriva dagli esperti della SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale): questo alimento deve essere consumato preferibilmente fresco, di stagione, a km 0 e proveniente da coltivazione biologica, che garantisce almeno l’assenza di pesticidi nella produzione. La dottoressa Lisa Mariotti, Nutrizionista Pediatrica Dipartimento Medicina dell'Infanzia e dell'età Evolutiva ASST Fatebenefratelli-Sacco di Milano, consulente nutrizionista SIPPS, ha aggiunto:

“Il consumo di frutta e verdura andrebbe incentivato soprattutto nei bambini e negli adolescenti, anche per arginare l’epidemia di obesità che minaccia di trasformare i prossimi decenni in un’emergenza di salute pubblica. La presenza della frutta nell’alimentazione del bambino è importante fin dal momento del divezzamento, sia dal punto di vista nutrizionale, sia dal punto di vista educativo, per abituarlo ad un’ampia gamma di sapori”.

È importante fare attenzione alla stagionalità e al colore: a ogni colore (rosso, giallo-arancio, verde, bianco, blu-violetto) corrispondono caratteristiche nutrizionali differenti. Il dottor Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPS, ha spiegato:

“Frutta e verdura sono particolarmente importanti per una sana alimentazione anche grazie al loro valore nutritivo, associato ad un ridotto apporto calorico. Una porzione di frutta corrisponde a circa 150 g, ovvero un frutto medio/grande (arance, mele) o 2-3 frutti piccoli (albicocche, mandarini, ecc.). La frutta è una buona fonte di zuccheri semplici, prontamente disponibili a scopo energetico come fruttosio, glucosio e saccarosio, oltre a vitamine, sali minerali, fibre ed è ricca di acqua. Vitamine e sali minerali svolgono un ruolo importante nel corretto svolgimento di tutte le funzioni di sviluppo e accrescimento in queste fasce di età. Gli effetti benefici del consumo di frutta dipendono anche dal fatto che alcuni loro componenti (vit C, carotenoidi, composti fenolici) svolgono un’azione protettiva, prevalentemente di tipo antiossidante”.

  • shares
  • Mail