Neonati prematuri: il latte materno è sempre meglio di quello d'asina

Per i neonati prematuri, e in generale per tutti i bimbi, il latte materno è sempre meglio di quello d'asina.

latte materno è sempre meglio di quello d'asina

Il latte materno è sempre la scelta migliore per i bambini, sia quelli nati a termine che quelli prematuri, contiene tutto ciò di cui i neonati hanno bisogno, li protegge e rafforza il sistema immunitario. Il latte materno è sempre meglio di quello d'asina e questo va specificato in seguito all’art. 1 del Disegno di Legge presentato da Forza Italia che ha scatenato un po’ di confusione e che recita: “Sostenere la produzione del latte d’asina, non solo come integratore del latte materno per i neonati prematuri, ma anche come alimento alternativo al latte vaccino in soggetti allergici”.

Questo Disegno di Legge è stato “bocciato” drasticamente dalla Fnopo, Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica, ma è intervenuta anche la SIN, Società Italiana di Neonatologia, per cercare di fare chiarezza e sciogliere ogni dubbio.

Il latte d’asina è un alimento valido che può essere una buona alternativa al latte vaccino, ma non a quello materno che dovrebbe sempre essere la prima scelta. Il latte di asina va bene per i bambini allergici al latte vaccino e ai bimbi prematuri che possono trarre giovamento da un integratore del latte materno, ovvero abbinare il latte materno e un altro alimento per offrire più nutrienti e stimolare la crescita, ma mai come sostituto del latte della mamma. L’integratore fortificante a base di latte d’asina è risultato più efficace rispetto all’equivalente vaccino, ma lo studio che dimostra questa teoria è solo uno, quindi decisamente poco per poter formulare una tesi.

Il latte materno e il latte umano donato sono l’alimento migliore per i bambini, sarebbe opportuno aiutare le mamme in ogni modo possibile a mantenere l’allattamento al seno esclusivo, anche quando diventa difficile, soprattutto nei casi dei prematuri che vivono in ospedale e quindi lontani dalle mamme.

Foto | pixabay

  • shares
  • Mail