Insolazione nei bambini, come riconoscerla

I consigli di Bebeblog per riconoscere l'insolazione nei bambini sin dai primi sintomi e aiutarli a stare meglio.

Insolazione nei bambini

L’insolazione nei bambini o colpo di calore è un malessere abbastanza grave che può presentarsi in estate quando le temperature sono elevate e c’è molta umidità, è causata da un innalzamento improvviso della temperatura corporea. Nei bambini il sistema di termoregolazione del corpo non è efficace come negli adulti e inoltre la superficie del corpo, essendo ridotta, non permette una adeguata traspirazione, questo porta a un innalzamento della temperatura e quindi al malessere che può essere blando ma anche grave.

Insolazione nei bambini: i sintomi


L’insolazione si presenta in alcune situazioni particolari durante le quali occorre prestare la massima attenzioni, quando la temperatura è molto elevata, quando c’è un alto tasso di umidità e nei posti in cui c’è una scarsa aerazione. Tra i sintomi dell’insolazione ci sono la nausea, il mal di testa, l’aumento della temperatura corporea e quindi un rossore eccessivo, i crampi, svenimenti e nei casi più gravi anche perdita di coscienza.

L’insolazione nei bambini si può prevenire facendo attenzione a quando fa molto caldo. Se i bambini sono molto piccoli bisogna evitare di esporli al sole diretto nelle ore più calde della giornata, bagnare la testa del bambino e rinfrescarlo spesso, idratarlo, fargli seguire una dieta bilanciata e utilizzare sempre una crema solare protettiva. Quando i bimbi sono un po’ più grandi riescono a dire se hanno caldo, a spostarsi dal sole e a bere se hanno sete, ma in ogni caso bisogna sempre prestare la massima attenzione e al minimo dubbio o se fa molto caldo, mettere i bimbi all’ombra e rinfrescarli.

Foto | pixabay
Via | ospedalebambinogesu

  • shares
  • Mail