La relazione dei genitori in gravidanza incide sul comportamento del figlio

La relazione tra la mamma e il papà durante la gestazione determina il comportamento del bambino nei primi due anni di vita.

Sono tanti gli aspetti che possono condizionare il comportamento dei bambini, dall’ambiente in cui si vive alle abitudini alimentari. Sembra essere molto importante, sia in gravidanza sia nei primi due anni di vita del bambino, la qualità della relazione dei genitori. A dimostralo sono i risultati raccolti dai ricercatori dell’Università di Cambridge, Birmingham, New York e Leida.

Durante lo studio sono state coinvolte 438 coppie britanniche, americane e olandesi, dalla gestazione fino ai due anni di vita del nascituro. Ai partecipanti è stato chiesto di compilare dei questionari dove indicare nel dettaglio sia i sintomi personali di ansia e depressione nel corso del test, che la qualità della relazione di coppia. Claire Hughes del Center for Family Research di Cambridge ha commentato:

“Il nostro studio si basa su un campione relativamente ampio ed è unico perché entrambi i genitori hanno risposto alle stesse domande in ogni fase, il che ci ha permesso di fare confronti diretti. I risultati evidenziano la necessità di un supporto più rapido ed efficace per le coppie per prepararle meglio al passaggio alla genitorialità”.

Durante lo studio è emerso che le madri che soffrono di stress e ansia nel periodo prenatale avrebbero maggiori probabilità che i loro bimbi mostrino problemi comportamentali come collera, irrequietezza e tendenza ad essere dispettosi, se i genitori hanno problemi di coppia i bambini potrebbero essere più capricciosi, preoccupati, frenetici, paurosi e particolarmente appiccicosi.

  • shares
  • Mail