Salute dei bambini, i genitori preferiscono il pediatra a Google

Quando in gioco c’è la salute dei bambini, dottor Google non conta nulla. Lo dimostra un interessante sondaggio svizzero.

Consultare dottor Google viene spontaneo a tutti, inutile negarlo. È, però, una delle abitudini peggiori, soprattutto quando si tratta della salute dei bambini e non si hanno le competenze per valutare l’attendibilità delle informazioni raccolte. Per fortuna, uno studio condotto dai ricercatori dell’Alta scuola di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) ha dimostrato che in realtà i genitori sono prudenti e si affidano di più al pediatra che a internet.

Dalle 750 interviste online è emerso che i genitori ricorrono a internet per informarsi, circa la metà consulta i media digitali prima o dopo essersi recato dal pediatra. Se però le cose sono serie, l’unica a contare è la consulenza del medico.

Julia Dratva, responsabile dello studio del dipartimento della salute della ZHAW, sostiene che questo atteggiamento dimostra una mancanza fiducia nei media digitali (il 90% dei genitori dubita della veridicità di quello che legge)

“I contatti interpersonali sono la fonte di informazioni più frequente per i genitori di bambini piccoli. Tutti gli intervistati dicono di scambiare informazioni con almeno una persona su questioni di salute infantile - sia in modo informale con famigliari o amici, che rivolgendosi ad un pediatra. Anche tra i «nativi digitali», lo scambio personale è la prima scelta”.

  • shares
  • Mail