Studiare matematica, fisica e coding a Mirabilandia

A Mirabilandia i ragazzi possono studiare la matematica, la fisica e il coding giocando e divertendosi.

coding a Mirabilandia

Imparare e studiare la matematica, la fisica e il coding giocando e divertendosi è possibile. E c'è più gusto. Sabato 7 settembre dalle ore 10.30 presso il Pepsi Theatre di Mirabilandia, in occasione della 17esima edizione del seminario “Strumenti e metodologie per l’innovazione didattica”, sarà presentato anche il programma dei nuovi progetti didattici del parco di divertimenti di Ravenna.

Grazie alla collaborazione tra Mirabilandia e un corpo docente, il parco diventa "un'aula senza pareti": i ragazzi possono giocare, divertirsi e fare attività che permettono loro di vedere in concreto come funzionano i vari concetti di fisica, di scienza e di matematica che di solito si studiano solo teoricamente sui libri durante l'anno scolastico.

Le novità 2019 di Mirabilandia e del progetto didattico del nuovo anno sono diverse. C'è ad esempio “Codymaze: il labirinto invisibile”, un'installazione a scacchiera con 25 blocchi dove i giocatori si muovono come robot seguendo le istruzioni che compaiono sullo smartphone. L'installazione è opera del professor Alessandro Bogliolo dell’Università d’Urbino, coordinatore della Europe Code Week ed è la prima sul coding inserita in un parco divertimenti. Attraverso la sperimentazione e il gioco, i bambini apprendono le norme base del coding.

Progetti didattici Mirabilandia

Altra novità è dedicata alla fisica applicata e si trova nella nuova area Ducati World di Mirabilandia. “Desmo Physics Race” fa scoprire il mondo della fisica in modo, per parlare di concetti come l’aerodinamica, il controllo della guida, l’equilibrio delle forze agenti in curva e sul rettilineo e l’interazione terreno/pneumatico.

Imparare divertendosi e giocando è il modo migliore per i ragazzi per apprendere anche in pratica nozioni solo teoriche. Farlo in un parco divertimenti è ancora meglio!

  • shares
  • Mail