Dieta dei bambini: troppi zuccheri nelle merendine e nei succhi di frutta

I bambini sono ghiotti di merendine e succhi di frutta: attenzione però perché spesso contengono troppi zuccheri.

I dati condotti dal Centro tutela consumatori utenti (Ctcu) di Bolzano non sono confortanti. Un’ indagine su dieci merendine (succhi di frutta, yogurt e prodotti da forno) ha dimostrato che il quantitativo di zuccheri contenuti in questi prodotti è decisamente superiore rispetto al fabbisogno di un bambino sotto i 10 anni. Ovviamente gli standard sono quelli consigliati dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per i bambini tra i 7 e i 10 anni (20 grammi).

Tra i primi cinque prodotti troviamo yogurt Sterzing alla vaniglia con palline di farro o cioccolato (+162%), il succo alla pesca del Despar (+150%); lo schoko-milch di Alex (+125%), poi seguono altri due yogurt della Mila (120%). Per dare un esempio del volume di zucchero contenuto: un cubetto pesa tre grammi… questi cinque prodotti ne contengono tra i 10,8 e gli 8.

La situazione migliora con la merendina Despar farcita al latte (+59% ovvero pari a 3,9 cubetti), il croissant all’albicocca di Bauli (58%, 3,8 cubetti), il Brioss di Ferrero all’albicocca e ai cereali (53%, 3,5 cubetti) e il Corny classic al cioccolato e banana (45%, 3 cubetti). La palma di merendina meno zuccherata va al Kinder fetta al latte con il 41% degli zuccheri consigliati (2,8 cubetti).

In questo quadro, che potrebbe apparire un po’ sconfortante, bisogna però considerare un altro dato importante: secondo una ricerca di Aidepi - l’associazione delle industrie della pasta e del dolce - rispetto a dieci anni fa le merendine contengono meno zuccheri, meno sale e meno grassi saturi.

Via | Repubblica

  • shares
  • Mail