Il riscaldamento globale spiegato ai bambini

I consigli di Bebeblog per spiegare il riscaldamento globale ai bambini.

riscaldamento globale

Il riscaldamento globale è un problema che ci riguarda tutti e che va affrontato a ogni età. I bambini possono materialmente fare poco per i grandi problemi del nostro pianeta, ma possono sicuramente crescere capendo che bisogna trattare bene la natura, gli alberi e gli animali, non sprecare e avere meno impatto possibile. Il riscaldamento globale è un fenomeno abbastanza complesso e spiegarlo ai bambini non è semplicissimo, ma si può adattare il discorso alla loro età, semplificando o scendendo un po’ più nei dettagli.

Come spiegare il riscaldamento globale ai bambini

Per spiegare il riscaldamento globale ai bambini può essere utile fargli vedere come funziona una serra, quindi mostrargli come questa casetta di vetro (o plastica) trasparente faccia passare i raggi solari scaldando l’interno, il calore poi viene trattenuto e non esce fuori, quindi l’ambiente all’interno resta caldo. Sulla superficie terrestre accade la stessa cosa, solo che al posto del vetro ci sono i gas serra nell'atmosfera che mantengono la Terra un ambiente caldo e accogliente.

Per avere delle temperature ottimali che garantiscano l’equilibrio terrestre i gas serra non devono essere troppi e invece quello che sta accadendo negli ultimi anni è che aumentano questi gas e la terra è sempre più calda. Questo riscaldamento globale fa saltare gli equilibri e quindi provoca alluvioni e inondazioni, fa sciogliere i ghiacciai dove vivono gli orsi polari e quest’acqua fa alzare il livello dei mari.

Ma perché aumentano questi gas? Per colpa nostra, perché sono i gas di scarico che escono dalle ciminiere delle industrie, dai tubi di scappamento delle automobili, dal processo di digestione degli animali degli allevamenti intensivi e puntando sulle energie rinnovabili invece che sui combustibili fossili. Le foreste e in generale tutti gli alberi, sono i nostri “polmoni verdi”, assorbono CO2 e rilasciano ossigeno da respirare, puliscono l’aria da questi gas che si accumulano… ma noi gli alberi li tagliamo per costruire autostrade, per fare residence e appartamenti, per creare hotel in posti esotici e per costruire mobili.

Cosa possiamo fare noi per ridurre il nostro impatto ambientale? Consumare meno e meglio, evitare l’usa e getta e la plastica, usare meno la macchina, non mangiare carne da allevamenti intensivi, comprare meno, avere rispetto per la natura e magari piantare un albero se è possibile.

Foto | da Pinterest di redbubble e Koholako

  • shares
  • Mail