Cosa fare a Capodanno

Cosa fare a Capodanno con i bambini? I consigli di Blogo per organizzare una festa divertente e a misura di bambino.

Cosa fare a Capodanno

Cosa fare a Capodanno? La domanda tormentone del periodo non risparmia nessuno, nemmeno le famiglie con bambini! Capodanno è un giorno speciale in cui si saluta l’anno vecchio per far posto a quello nuovo, alle novità, i traguardi, i progetti e tutte le sfide che la vita ci metterà davanti. Quando si hanno dei bambini tutto va calibrato e adattato alle loro esigenze, ai loro ritmi e soprattutto alla loro età. Tutte le mamme sanno che forzare i bimbi e tirare la corda può essere controproducente perché nulla rovina una festa come un bambino che piange ininterrottamente e fa i capricci perchè è stanco.

Capodanno con bambini: cosa fare?

Trascorrere il Capodanno con i bambini è divertente e permette a tutti di tornare a respirare le feste in modo autentico, a riprendere le tradizioni per regalare ai più piccoli gli stessi ricordi che noi custodiamo nel cuore.

Per decidere cosa fare a Capodanno bisogna innanzitutto valutare l’età dei bambini, se sono neonati o comunque molto piccoli è meglio non stravolgere i loro ritmi. In questi casi sarebbe meglio festeggiare in casa o magari da parenti in cui il bambino può dormire nella sua culletta, senza essere disturbato. Se avete dei bambini di 3 – 4 anni potete anticipare i festeggiamenti senza per forza farli resistere fino a mezzanotte, perché si stancano inutilmente. Tutto va adattato anche al carattere del bambino, l’importante è non forzare troppo ma proporre giochi divertenti da fare tutti insieme.

Se i bambini sono più grandi potete organizzare un Capodanno con amici o con i familiari, sia in casa che in montagna, sarà un’occasione per fargli vivere qualcosa di unico e diverso. Evitate le feste organizzate e a ingresso perché con i bimbi non sono compatibili, se proprio non sapete cosa fare potete optare per un weekend fuori o una cena al ristorante.

La scelta migliore resta sempre il Capodanno in famiglia con nonni, zii, cuginetti e tutti i parenti del vostro albero genealogico che riuscite a recuperare. I bambini saranno in un ambiente protetto, circondati da amore, vizi, regali e tante prelibatezze cucinate in casa. Non c’è niente di meglio!

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail