Perdita dei capelli durante l'allattamento, cosa fare?

Perchè aumenta la perdita dei capelli durante l'allattamento e cosa fare per limitare i danni.

Perdita dei capelli durante l'allattamento

L’allattamento al seno è una delle cose più belle nella vita di una donna, c’è un contatto unico tra mamma e bambino e una sintonia davvero magica. Durante l’allattamento però il corpo della mamma subisce moltissimi cambiamenti: si ha il crollo ormonale post gravidanza e tutti gli equilibri che pian piano ritornano al loro posto. Uno dei problemi più comuni che caratterizzano l’allattamento è la copiosa perdita dei capelli, in molti casi le mamme smettono addirittura di allattare.

Prima di dare la colpa all’allattamento però dobbiamo fare un passo indietro e capire cosa succede ai nostri capelli. Durante la gravidanza si ha un forte aumento degli estrogeni che hanno un effetto rinvigorente su di noi e infatti la pelle è più bella, i capelli più folti e lucenti e così via.

Ciclo del capello


Il ciclo del capello si compone di tre fasi:

  • 1) La prima fase di crescita, chiamata anagen, che è la formazione e la crescita del capello che cambia da persona a persona
  • 2) La seconda fase è quella dell’ involuzione, detta catagen, e si ha il rallentamento delle funzioni attive e il capello smette di crescere. In media questa fase dura circa due settimane;
  • 3) L’ultima fase è quella di riposo, detta telone, che dura 3-4 mesi e finisce con la caduta del capello.

I nostri bulbi piliferi sono ovviamente in fasi diverse e quindi questo ciclo non lo avvertiamo perché c’è un bilanciamento tra i capelli che nascono e quelli che cadono.

Durante la gravidanza si allunga la fase anagen di crescita attiva del capello, la placenta produce delle sostanze che irrorano il cuoio capelluto e quindi i nuovi capelli crescono sani e forti. La massiccia presenza di ormoni rallenta l’involuzione e quindi i capelli è come se crescessero e vivessero di più.

Dopo il parto si ha il crollo ormonale e quindi tutto alla normalità, anche i capelli ed è per questo motivo che ne cadono di più.

Ovviamente i primi mesi con un bebè sono anche stancanti e stressanti, si dorme poco, si mangia male e quindi i nostri poveri capelli subiscono lo stress generalizzato e diffuso.

Per contrastare la caduta dei capelli bisogna innanzitutto mangiare bene e assumere frutta, verdura, proteine e carboidrati, cercare di avere un equilibrio sano e riposare. Per aiutare i capelli a riprendersi dopo il crollo degli ormoni è possibile aiutarsi con degli integratori più o meno specifici, ma dato che state allattando è sempre meglio consultare il dermatologo oppure il ginecologo.

Dato che i capelli tendono a cadere non stressateli troppo: non legatevi, non fate le trecce ed evitate trattamenti e tinture e, se volete, accorciateli un pochino.

  • shares
  • Mail