Emergenza Coronavirus, scuole chiuse in alcune regioni: c'è chi pensa alle lezioni online

Le scuole di alcune regioni rimangono chiuse per l'emergenza Coronavirus: ma c'è chi pensa alle lezioni online.

lezioni online

Aggiornamenti in tempo reale sull'epidemia di Coronavirus in Italia.

Cosa cambia nelle scuole italiane a causa del Coronavirus? Sono molte le disposizioni prese per poter cercare di fermare i contagi, nelle regioni dove già si registrano dei pazienti infetti. Ad esempio come la chiusura delle scuole, ma anche lo stop delle uscite scolastiche e i certificati di malattia.

Scuole chiuse in Italia per Coronavirus

Sebbene circolino fake news, non è vero che le scuole sono chiuse in tutta Italia. Al momento le chiusure riguardano solamente le regioni interessate. Palazzo Chigi ha chiesto di evitare di diffondere notizie false, attenendosi ai canali ufficiali:

Al momento in cui andiamo online scuole chiuse per gli studenti di Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia: più di 3 milioni di studenti non potranno andare a scuola fino al primo marzo. Mentre nel weekend si deciderà se riaprire i cancelli degli istituti scolastici o allungare queste vacanze forzate.

Alcuni istituti, però, per non far perdere tempo ai ragazzi hanno pensato a lezioni online. In Lombardia, ad esempio, l'Istituto Tecnico Internazionale Economico Tosi di Busto Arsizio propone lezioni virtuali, classi virtuali e smart working. Lezioni a distanza anche a Vo' in provincia di Padova: sin dalla chiusura è stata pensata una soluzione per non far perdere la scuola ai ragazzi e far vivere la loro giornata come la più normale possibile. Il dirigente spiega:

Da giovedì tentiamo il percorso di lezioni online. Lo faremo prima di tutto per la nostra comunità, con un pensiero costante agli studenti, ai genitori, ai docenti di Vo’ Euganeo, uno dei 3 comuni su cui è il nostro comprensivo. Lo faremo in rispetto della privacy, ma lo faremo con il cuore. Basta un’ora al giorno per restituire la voce dei loro insegnanti ai nostri piccoli alunni, attraverso una lettura, una riflessione. Lo faremo utilizzando piattaforme gratuite. Se qualche insegnante, qualche esperto ha voglia di aiutarci, anche con un intervento divertente, curioso, mi scriva.

Lo stesso ministero dell'istruzione sta lavorando per organizzare una scuola a distanza, con una piattaforma dove far confluire tutti i materiali che gli insegnanti possono usare per lezioni a casa. Una vera e propria smart school.

Gite sospese in Italia

Gite sospese per gli studenti italiani fino al 15 marzo e non fino a giugno come si era detto in precedenza: la disposizione temporanea dedicata, infatti, riguarda le uscite didattiche anche solo di un giorno fino a metà marzo, per poi decidere come procedere (le famiglie verranno rimborsate). Sospese anche le iniziative di Erasmus+ in Italia.

Certificato di malattia

Gli studenti assenti per malattia per più di 5 giorni da oggi al 14 marzo dovranno ritornare a scuola presentando un certificato medico.

Foto iStock

Via | Orizzontescuola e Corriere

  • shares
  • Mail