Quando dare l'uovo ai neonati

Qual è il momento giusto per introdurre le uova nell'alimentazione del neonato?

Quando dare l'uovo ai neonati Quando si può dare l'uovo ai neonati? Domanda che molte neomamme alle prese con la prima gravidanza si pongono, l’uovo costituisce un alimento particolare, che deve essere introdotto nell’alimentazione del bambino al momento giusto.

Già, perché l’uovo è uno degli alimenti più nutrienti, ed è importante che il bambino lo mangi: è una fonte di proteine ad alto valore biologico, di vitamina A e di sali minerali essenziali (calcio, ferro e potassio in primis). Costituisce però, allo stesso tempo, un cibo che si presta a reazione allergiche, e pertanto devono essere poste in essere le dovute precauzioni.

Ed allora, se si può far mangiare il tuorlo non prima dei 10 mesi, per l’albume, ancora più a rischio di allergie nel neonato, si devono aspettare i 12.

Se vi state chiedendo quante volte a settimana dare l’uovo ai neonati nello svezzamento, in via del tutto generale, il bimbo può mangiare le uova 1, massimo 2 volte a settimana. Tenendo in conto che la dose possa anche essere costituita da mezzo per volta e considerando anche che, all’inizio, è bene mangi solo il tuorlo.


Come dare l'uovo ai neonati


Innanzitutto l’uovo va sempre cotto. Potete iniziare aggiungendo una piccola parte del tuorlo alla pappa o ad una crema di verdure. Solitamente la pastina con l’uovo è il piatto nel quale mettere le uova all’inizio. Constatato che il piccolo non abbia sviluppato reazioni allergiche, si può utilizzare mezzo o un tuorlo per volta e ripetere l’operazione, un paio di mesi dopo, con l’albume.

Una volta cresciuto il bimbo, potrete preparare per lui l’uovo alla coque, in camicia o strapazzato. Preferite il pranzo piuttosto che la cena come pasto nel quale introdurre le uova in quanto potrebbero risultare pesanti da digerire.

Photo | Pixabay

  • shares
  • Mail