I bambini si lavano (ancora) poco le mani

Purtroppo la metà dei bambini non si lava le mani abbastanza spesso, nonostante tutto quello che abbiamo imparato dalla pandemia.

Durante questo periodo difficile, causato dal Covid 19, una cosa dovremmo aver imparato tutti, grandi e piccini: lavarsi le mani è fondamentale. Purtroppo durante una ricerca, che è stata condotta dal Global Hygiene Council, un organismo che opera a livello mondiale per la tutela della salute attraverso l'igiene, è stato dimostrato che i bambini non ne vogliono sapere.

Secondo i dati raccolti in alcuni paesi, fra cui però non c'è l'Italia, a scuola più di 4 bambini su 10 non si lavano sempre le mani prima di andare a mensa o dopo aver usato il bagno e ben 1 su 10 ha dichiarato che nella struttura scolastica non c'è il sapone.

La ricerca ha mostrato che il 42% di ragazzini non lava sempre le mani a scuola e una percentuale simile (circa il 40%) dichiara che il sapone non è sempre disponibile, e anzi per il 10% non lo è mai. A fronte di questi dati gli specialisti richiamano l'attenzione sulla necessità di cambiare la situazione al rientro degli studenti a scuola dopo il lockdown. Già perché il ritorno a scuola deve avvenire in modo diverso e la prima cosa è mettere a disposizione tutti gli strumenti sanitari fondamentali.

Per lavare le mani dei bambini puoi utilizzare una soluzione idro-alcolica (con almeno il 60% di alcol) oppure acqua e sapone. Ciò che conta è la frequenza: tutte le volte che si mangia, prima e dopo il pasto, quando si va in bagno, prima e dopo anche in questo caso, quando sono sporche o quando si rientra da fuori.

  • shares
  • Mail