Il coronavirus potrebbe causare problemi al cervello dei bambini

I ricercatori di Londra spiegano che il coronavirus potrebbe causare problemi al cervello dei bambini.

Coronavirus problemi cervello bambini

Il Covid-19 è un virus che, ad oggi, conosciamo solo in parte e che purtroppo si dovrà analizzare e studiare anche nei mesi a venire, per prevenire o almeno contenere la seconda ondata. I bambini sembravano quasi immuni al Coronavirus ma in realtà è emerso che in alcuni casi sviluppano una sindrome infiammatoria multisistemica pediatrica che può avere gravi conseguenze. Adesso i medici hanno scoperto che il Covid-19 nei bambini può portare seri problemi neurologici.

I ricercatori del Great Ormond Street Hospital for Children di Londra hanno pubblicato uno studio sulla rivista Jama Neurology e hanno spiegato che in seguito al Coronavirus possono riportare dei danni al cervello. Lo studio offre una panoramica dei possibili rischi per i bambini, ma è stato fatto su un campione troppo piccolo per poter avere una valenza generale.

Lo studio è stato eseguito su un campione di 27 bambini, di questi 4 pazienti riportavano sintomi neurologici gravi come difficoltà a parlare e deglutire, mal di testa, debolezza muscolare, encefalopatia, riflessi ridotti e danni al corpo calloso. I bambini si sono ripresi tutti, due più in fretta e gli altri due con tempi un po’ più lunghi.

I ricercatori hanno spiegato:

“I bambini affetti dalla Covid-19 possono presentare nuovi sintomi neurologici che coinvolgono il sistema nervoso centrale e periferico, in assenza di sintomi respiratori. Il miglioramento neurologico, tuttavia, è stato osservato in tutti i pazienti, con due bambini che hanno mostrato una ripresa completa entro la fine dello studio. I bambini possono essere ad alto rischio di una sindrome infiammatoria secondaria che provoca danni al corpo calloso, area che aiuta i due emisferi del cervello a comunicare tra loro. Saranno ora necessarie ulteriori ricerche per valutare l’associazione dei sintomi neurologici con i cambiamenti immuno-mediati tra i bambini con la Covid-19”.

Ricercatori

Questo studio necessita ulteriori approfondimenti ma ci mette in guardia sui possibili rischi, è importante capire che nessuno è immune e che dobbiamo proteggerci a ogni età.

via | wired
foto | pixabay

  • shares
  • Mail