Come capire se i bambini bevono abbastanza

Come capire se i bambini bevono abbastanza? Ecco i consigli dei pediatri per la salute dei più piccoli.

bambini bevono abbastanza

I bambini bevono abbastanza? Quando ci chiedono un bicchiere d'acqua per dissetarsi, è troppo tardi. È quello che affermano gli esperti della SIPPS, la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. Quando i bambini smettono di essere allattati, dobbiamo prestare molta attenzione alla loro idratazione. Assumere liquidi in quantità sufficiente potrebbe essere difficile per i più piccoli, che chiedono da bere quando ormai potrebbero essere alla soglia della c.

Quando un bambino avverte lo stimolo della sete si è già innescata una fase iniziale di disidratazione, la cui percezione è meno pronta ed efficace e il cui aggravamento può diventare una vera e propria emergenza sul piano clinico.

Queste le parole di Giuseppe Di Mauro, presidente della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS), che spiega:

Il fabbisogno idrico giornaliero varia in base alla fascia d’età: 1,4 litri da 4 a 6 anni; 1,8 litri da 7 a 10 anni; 2 litri nella prima adolescenza e aumenta in proporzione alle perdite dovute all’esercizio fisico, alle condizioni ambientali e all’eventuale presenza di disturbi o patologie, per esempio vomito, diarrea e malattie febbrili.

Mamma e papà dovrebbero proporre ai bambini di bere un po' di acqua nell'arco della giornata, soprattutto quando è caldo e ci si trova all'aria aperta o si fa attività fisica. Per favorire l'assunzione di acqua, si può aggiungere il succo di mezzo limone ogni litro e mezzo, anche per rifornire di sali minerali i nostri piccoli. Si possono creare anche dei ghiaccioli con acqua e limone.

Come far bere l'acqua ai bambini


I pediatri della SIPPS aiutano i genitori con il Decalogo Estate Sicura!


  1. Scegliere sempre l'acqua, fresca e non ghiacciata. Attenti agli zuccheri presenti in succhi, frappè, frullati: meglio farli in casa.

  2. No alle bevande zuccherate, come aranciata e Coca Cola.

  3. Ridurre il gusto di cloro nell'acqua potabile e usare frutta fresca per aromatizzare l'acqua.

  4. Mangiare sano, proponendo diversi tipi di verdura e di pesce, mangiando tutti insieme e coinvolgendo i più piccoli nella spesa e nella preparazione dei pasti.

  5. Fare spuntino con la frutta di stagione, ricca di acqua, vitamine, minerali, fibra, fitonutrienti.

  6. A pranzo evitare piatti elaborati ricchi di grassi.

  7. Il riso è un ottimo alimento da gustare anche freddo.

  8. Verdure come cetrioli o cocomeri sono utili perché ricchi di acqua e potassio, con poche calorie.

  9. Per i secondi piatti, provate piatti unici come le insalate di pasta o di riso. Evitare il fritto.

  10. Giocare e divertirsi insieme: nuotare, fare castelli di sabbia e tanti altri giochi da spiaggia.

  • shares
  • Mail