Gravidanza, come proteggere la pelle dal sole

I consigli di Bebeblog per proteggere la pelle dal sole durante la gravidanza ed evitare malori e la formazione delle macchie solari.

gravidanza,come proteggere la pelle dal sole

Durante i mesi di gravidanza è molto importante proteggere la pelle dal sole, sia per se stessi che per il bambino. In gravidanza si è sane e in salute ma è necessario fare attenzione perché il corpo sta già lavorando tanto per far crescere il feto e alcuni disturbi possono essere percepiti in modo più serio o degenerare più rapidamente. Le regole del buon senso sono sempre le stesse e valgono in ogni situazione: non esporsi al sole nelle ore più calde della giornata, usare sempre la crema solare protettiva e cercare di stare all’ombra il più possibile.

In gravidanza si è più soggetti agli sbalzi di pressione e ai giramenti di testa, quindi è importante evitare di ritrovarsi sotto il sole con 40°C. Cercate di stare all’ombra e di non prendere troppo sole. Andate al mare dal mattino presto fino a circa le 10/11 e nel pomeriggio dalle 16.30 in poi, quando il sole sarà meno intenso.

La crema solare è obbligatoria, sia nel corpo che nel viso, in primis per non scottarsi e poi per prevenire le macchie solari. Usate una crema solare ad alta protezione, vanno benissimo anche quelle per bambini. In gravidanza la pelle è molto più sensibile, l’aumento degli estrogeni stimola la produzione della melanina che provoca delle macchie marroni sul viso. Questo disturbo è molto diffuso e si chiama cloasma gravidico, il viso si riempie di macchie marroni con una disposizione simmetrica e bilaterale su naso e guance. Queste macchie regredisono a fine gravidanza ma potrebbero restare delle tracce. L’unico modo per prevenire il cloasma è stare all’ombra e mettere la crema protettiva.

Il caldo intenso di queste settimane può mettere a dura prova chiunque, ma soprattutto chi è in gravidanza e si ritrova ad affrontare tanti piccoli cambiamenti fisici, il peso che aumenta, la nausea, i gonfiori alle gambe e tanto altro. Questi piccoli disturbi presi singolarmente non sono gravi, ma si possono aggravare con le alte temperature. Quando si è in dolce attesa è sempre meglio essere prudenti e non peccare di superficialità.

Quest’anno che siamo anche alle prese con il Covid-19 è necessario fare ancora più attenzione, evitate di stare in luoghi affollati o dove non si può mantenere il distanziamento e usate il più possibile la mascherina.

Foto di Alba Romá da Pixabay

  • shares
  • Mail